Perché questo blog?

Questo  blog vuole parlare di teatro inteso come espressione di sé sul palcoscenico  dell’esistenza.

Un teatro che ognuno interpreta con varie maschere di adattamento  alla propria realtà e alle relazioni con gli altri, rischiando  dissociazione e conflitti.Con l’aiuto di Dio  ognuno può trovare in se stesso il proprio equilibrio e la libertà della  propria anima.Tutti abbiamo bisogno di spazi e aiuti concreti per favorire  attività di conoscenza di sé e di autoliberazione anche espressiva,  perché Cristo è venuto a liberare “tutto” l’uomo, anche dai problemi  sempre più urgenti dell’accettazione di sé e delle relazioni con il  mondo e con Dio.
Perché teatro? Perché lo facciamo tutti, in ogni momento.Siamo  immagini per gli altri e ci mettiamo in relazione con noi stessi, con  gli altri, con il mondo, anche attraverso le immagini. Siamo tutti  registi e attori della nostra vita, nel tempo della veglia e durante il  sonno, immersi nelle immagini e artefici noi stessi di immagini,  protagonisti del nostro teatro e spettatori del teatro degli altri,  tutti interpreti dello spettacolo messo in scena dal nostro esistere. Si  tratta di scegliere quale teatro vogliamo mettere in scena, con quali  obiettivi, di fronte a quale pubblico e, soprattutto, per chi.

Questo,  il teatro in cui credo: diventare sempre più liberi sul palcoscenico  della nostra vita e sempre più innestati nella vita del mondo, affinché  niente e nessuno rimanga mai fuori da noi, ma tutto affondi nella nostra interiorità più profonda e viva in noi e ci trasformi, secondo la regia  misteriosa dello Spirito di Dio. Non più “fare teatro”, ma “essere  teatro”.

Insieme con gli altri.

E allora facciamolo insieme, il teatro dell’anima!

Facciamolo insieme un teatro vivo e libero, un teatro totale, smantellando pregiudizi e arroganze, spaccando maschere e barriere…

https://www.parva.it/il-teatro-dell-anima.php